"Dime de qué presumes y te diré de qué careces" (Dimmi di cosa ti vanti e ti dirò che cosa ti manca)

venerdì, agosto 10, 2007

Non prendetevela con lui

Seduto al banchetto stavo assistendo un ragazzo che era venuto a firmare per il referendum elettorale. Alzai gli occhi e chiesi alla sua compagna: "firma anche lei?" ma lei si negò.
Il motivo che addusse lo giudicai sul momento fondato: in Parlamento tutte le idee devono essere rappresentate, una modifica in senso maggioritario della legge elettorale taglierebbe fuori o "sottorappresenterebbe" movimenti ed idee che sono condivisi da gran parte dei cittadini.

Anche se potrebbe sembrare contraddittorio, il "porcellum" mi piace per lo meno sotto un aspetto: pur essendo proporzionale voti sapendo chi governerà. In Germania ad esempio non è così. C' è tuttavia un problema: nonostante tutto è ancora un sistema elettorale proporzionale, e questo non può cambiarlo nemmeno il referendum.

Non si può tuttavia negare che lo scopo del proporzionale è stato portato a pieno compimento: in Parlamento siede anche chi pensa che Biagi e Treu siano assassini. Sono talmente convinto del diritto di chiunque a dire quel che gli pare che non sono minimamente stupito né scandalizzato. Francesco Caruso non fa altro che rappresentare le idee di chi lo ha votato. Ed a votare ci vanno anche i disobbedienti, i black block ed i brigatisti rossi.

Piuttosto che chiederci se persone come Caruso dovrebbero sedere in Parlamento (Magari lo espellono, perché non è mica un senatore) dovremmo chiederci "È vero che qualsiasi idea dovrebbe essere rappresentata in Parlamento?".
E con questo credo di aver risposto alla ragazza che mi negò la sua firma.

1 Comments:

Anonymous Emmly said...

Well written article.

10:04 AM

 

Posta un commento

<< Home